HARRY WATERS

Waters è figlio dell'ex bassista dei Pink Floyd, cantautore e paroliere Roger Waters e della sua seconda moglie, Lady Carolyne Christie.
Waters viene ascoltato all'età di 2 anni nella registrazione originale di "Goodbye Blue Sky" nell'album The Wall di Pink Floyd del 1979. La canzone si apre con lui dicendo "Guarda, mamma, c'è un aereo in cielo" prima che inizi la musica.
Waters ha suonato in tournée con suo padre dal 2002, sostituendo il tastierista Jon Carin nel tour di In the Flesh, e più tardi a fianco di Carin dal tour Dark Side of the Moon Live nel 2006.
Nel 2004 è in tournée con Marianne Faithfull e Ozric Tentacles. È un fan di Phish e The Grateful Dead e ha suonato in diverse cover band di jam band.
Waters è anche un musicista jazz che ha collaborato con artisti del calibro di Ian Ritchie (sassofonista per Roger Waters), formando il Harry Waters Quartet. Alcune demo del suo lavoro jazz sono disponibili per il download dal sito Web ufficiale di Waters.
Nel novembre 2008 è stato pubblicato il primo album della band di Harry Waters.
Il 19 giugno 2011 Waters ha suonato una canzone dei Pink Floyd, "In the Flesh" (da The Wall), con Primus durante il concerto della band all'Effenaar di Eindhoven.
Il 17 settembre 2015 Mickey Melchiondo (AKA Dean Ween) ha annunciato sulla sua pagina Facebook che Harry Waters era il nuovo tastierista del suo gruppo omonimo, Dean Ween Band.

Visita il sito di Harry Waters

Harry Water si racconta su Onda Musicale

 
  LARRY JOHN MCNALLY

La carriera di Larry John McNally è iniziata nel 1981 con l'uscita del suo album di debutto su Columbia Records.
Forse meglio classificato come "Singer-Songwriter, Chitarrista", definisce la sua miscela di testi letterali e blues/folk/jazz guitar style, "Folk-Hendrix".

Continua a registrare ed esibirsi sia come solista che con il suo trio in club e concerti da Tokyo a Kokomo. 
È' famoso in molti ambienti come cantautore; le sue canzoni accompagnate dalla chitarra sono state  scritte per artisti internazionali, tra i quali The Eagles, Don Henley, Bonnie Raitt, Rod Stewart, Joe Cocker, Staple Singers e Aaron Neville.
Le registrazioni di LJM sono ambiti tesori tra i suoi devoti e deliziose scoperte per coloro che si imbatteranno su di loro per la prima volta.



Visita il sito di Larry John McNally